• Tel. segreteria 0382.471389 - Fax 0382.574198
  • apolf@apolfpavia.it

IeFP 2016/2017

Progetto Erasmus + Mobilità 2016

Il progetto “Young caterers in motion” è stato presentato nel quadro della call 2017 del programma europeo Erasmus + 2014 -2020 – azione KA1: mobilità del personale e tirocini formativi per i giovani. Si svilupperà in 2 anni formativi da settembre 2017 a maggio 2019.

I partner

Per la presentazione del progetto è stato costituito un consorzio composto da 5 membri: APOLF, Istituto Santa Chiara, Istituto L. Cossa di Pavia, Istituto C. Pollini di Mortara e Associazione Porta Nuova Europa. Oltre a questi partner italiani, il progetto coinvolge anche 7 partner di 4 diversi paesi europei (Regno Unito, Francia, Spagna, Olanda).

Beneficiari e durata delle mobilità

“Young caterers in motion” prevede il coinvolgimento di 40 studenti, di 50 neo-qualificati e neo-diplomati e di 20 docenti / tutor / coordinatori provenienti dalle 4 scuole partner.

La durata delle mobilità sarà di 30 gg per gli studenti, di 30, 60 o 90 gg per i neo-qualificati e neo-diplomati e di 5 gg per lo staff.

Obiettivi

Gli obiettivi specifici del progetto sono così sintetizzabili:

  • accrescere le opportunità per i beneficiari (studenti ed ex-studenti) di acquisire ed affinare le conoscenze, abilità e competenze del proprio profilo professionale,
  • dotare tutti gli allievi in uscita dal percorso formativo di strumenti comunicativi e di presentazione del proprio curriculum e della propria specificità personale, che siano effettivamente rispondenti alle richieste e “letture” che si esprimono oggi nel mercato del lavoro italiano ed europeo;
  • sviluppare una stabile collaborazione con scuole ed organizzazioni estere per creare opportunità concrete di internazionalizzazione dei percorsi formativi, non solo attraverso l’incremento  delle opportunità di mobilità europea per i giovani ma anche attraverso il confronto dei diversi sistemi formativi e delle figure professionali;
  • far crescere conoscenza e consapevolezza tra i giovani ed i docenti della dimensione ormai europea del mercato del lavoro, migliorare la didattica per l’apprendimento delle lingue straniere e le competenze riguardanti la comunicazione nelle “micro-lingue” di settore.

Attività

Il progetto prevede diverse tipologie di attività:

  • attività di comunicazione/ informazione,
  • attività finalizzate alla selezione dei candidati,
  • attività di formazione e di preparazione per learners e staff,
  • attività di tipo organizzativo e logistico, per la preparazione dei viaggio e l’organizzazione del vitto, dell’alloggio e dei trasporti locali sul posto,
  • attuazione dei percorsi di mobilità,
  • valutazione dei percorsi e certificazione delle competenze acquisite,
  • attività di diffusione e di disseminazione dei risultati del progetto.

 

L’esito della richiesta di finanziamento è atteso per giugno – luglio 2017.


Gruppo e Corpo, Creatività e Consapevolezza: Laboratori Integrati 

Il progetto nasce dal desiderio di dar continuità al lavoro di formazione alla persona svolto dalle associazioni pavesi “Antigone” e “Il Melograno” presso APOLF a partire dal 2012 e intende contribuire alla promozione dei valori dell’incontro e dell’integrazione sociale nel rispetto di tutte le differenze (culturali, di genere, di abilità).

Si prefigge il potenziamento dell’offerta formativa di APOLF proponendo la realizzazione di percorsi laboratoriali (teatro sociale ed educazione funzionale psicomotoria) all’interno del piano curricolare scolastico.


Sport in Progress – II Annualità

Progetto presentato dalla ONLUS “Sogni e Cavalli” finanziato attraverso il bando congiunto di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo “Lo sport per crescere insieme”

Il progetto intende permettere a persone con fragilità di diverso tipo di frequentare attività sportive, agonistiche e centri estivi cui altrimenti avrebbero difficoltà ad accedere. Il progetto intende perseguire i seguenti obiettivi: incrementare le possibilità di fare sport, favorire l’aggregazione e la socializzazione in ambiente scolastico ed extra scolastico con attenzione ai pari, apprendere la cura del corpo e corrette abitudini alimentari per migliorare la qualità della vita e per essere preparati all’inserimento nel mondo del lavoro.


Progetto “Potenziamento del Polo Pavese della Ristorazione e delle Tipicità Agroalimentari a favore dell’occupazione giovanile, attraverso l’innovazione didattico-professionale”- II Annualità

Il progetto è sostenuto da un partenariato composto da APOLF (soggetto capofila), istituto Santachiara di Stradella, istituto Cossa di Pavia, istituto Pollini di Mortara, PaviaSviluppo e Università di Pavia, è stato avviato nel dicembre 2015 e avrà durata biennale.

Fra gli obiettivi principali: migliorare l’offerta formativa attraverso un ridisegno dei curriculum, con particolare attenzione alla dimensione personale; stabilire un raccordo stabile con il mondo delle imprese; implementare l’istituto dell’Apprendistato di Primo Livello, rafforzare le collaborazioni con il sistema universitario; utilizzare nuove tecnologie che permettano di divulgare le eccellenze formative; attivare una strategia di internazionalizzazione dei percorsi formativi attraverso una collaborazione a livello transnazionale con partner della U. E.; realizzare una formazione specifica di docenti e tutor.

Azione cuore del progetto è l’avvio del ristorante didattico – formativo: Il Laboratorio del Gusto. L’esperienza, avviata nel corso dell’ottobre 2016, si distingue per la sua forte innovatività. Si tratta, infatti, di una vera e propria attività di somministrazioni di cibi e bevande che vede il coinvolgimento delle classi terze e quarte di tutti e tre gli indirizzi (Cucina, Sala e Agroalimentare) impegnate in tutta la filiera produttiva: dalla creazione del menu alla realizzazione dei piatti, dalla gestione delle prenotazioni alla cura della sala compresa la redazione delle ricevute fiscali.

Al ristorante può accedere solo il personale di enti, imprese ed istituzioni che in virtù di una collaborazione con APOLF, sottoscrivono un’apposita convenzione.

I clienti non sono solo clienti ma contribuiscono, attraverso il loro giudizio, alla valutazione della performance dei ragazzi effettuata periodicamente dai docenti di laboratorio.

Il progetto permetterà, una volta consolidato, di attuare una didattica nuova in grado di coniugare competenze teoriche e abilità tecniche favorendo l’inserimento lavorativo di persone più preparate e più abituate alla gestione concreta delle problematiche e delle evenienze che normalmente si riscontrano in ambito lavorativo.

pasticcera